PRF: Riduzione del gonfiore & del dolore post operatorio 

Il PRF è un protocollo biologico ricco di fibrina autogena polimerizzata fisiologicamente, ricca di piastrine, leucociti, fattori di crescita e proteine plasmatiche (tra cui fibronectina e vitronectina). Per ottenere la molecola naturale di fibrina con struttura trimolecolare, quindi particolarmente elastica, è sufficiente prelevare in studio il sangue del paziente con l’apposito Kit monouso. Il prelievo ematico viene centrifugato all’interno dell’IntraSpin (unico protocollo certificato medical device F.D.A. e CE per uso odontoiatrico) senza l’utilizzo di anticoagulante in provetta e senza ulteriore manipolazione. Infatti L-PRF™ risulta essere l’unico concentrato piastrinico a sistema di preparazione “chiuso”. Le membrane di L-PRF™ con struttura trimolecolare, bioattiva fisiologica, sono particolarmente elastiche, robuste nonchè resistenti e suturabili. Nei 7 giorni successivi all’atto chirurgico, che risultano essere i più critici, grazie al graduale rilascio di fattori di crescita, L-PRF™ favorisce attivamente una rapida cicatrizzazione dei tessuti molli, nonchè una più rapida guarigione ossea, anticipando i tempi di mineralizzazione della matrice ossea stessa e del rientro clinico. Inoltre L-PRF™ favorisce l’annidamento degli osteoblasti sul titanio e l’adesione con i biomateriali. Dal punto di vista clinico, la membrana L-PRF™ presenta eccellenti proprietà di manipolazione; i singoli coaguli vengono trasformati in membrane di opportune dimensioni per ricoprire e proteggere ampi innesti, adattandosi alle differenti aree anatomiche. Un innovativo campo di impiego delle membrane L-PRF™ riguarda la ricopertura delle recessioni gengivali: attualmente diversi centri internazionali impiegano tale protocollo in sostituzione degli innesti connettivali palatali. Inoltre L-PRF™ è un indispensabile presidio per riparare la membrana di Schneider durante gli interventi di Rialzo di Seno